Cassano: "Le dichiarazioni di Zeman? Si è svegliato anche lui dall'oltretomba"

Scritto da Leonardo Cocchi  | 

Continua lo scontro a distanza tra Antonio Cassano e Zdenek Zeman. Qualche giorno fa l'ex calciatore della Roma, dopo i cori cantati dai tifosi giallorossi contro Luciano Spalletti e pro Totti in occasione della sfida contro il Napoli, si è espresso così: “I fischi sono una vergogna, un allenatore che ha amato Roma e ama Roma, ha fatto cose divine. E perché? Perché ha fatto smettere Totti? Non è normale, mi fa diventare matto questa cosa. Per me è uno scandalo. Totti non è eterno come Messi o Maradona, tra 20 anni sarà dimenticato". Non si è fatto attendere il commento del tecnico boemo, ex allenatore della Roma e di Totti, in risposta a Cassano: "Totti sarà ricordato anche tra 20 anni, Antonio forse sarà ricordato a Bari". Striscia la Notizia ha così consegnato il diciassettesimo Tapiro d'Oro all'ex giocatore di Roma e Bari, che ne ha approfittato per proseguire il botta e risposta:  "Dice che Totti sarà ricordato da tutti e io solo a Bari? Parla pure lui, si è svegliato adesso dall'oltretomba. Non sono mai stato invidioso e non sono un rosicone, ho una famiglia meravigliosa, il grano l'ho fatto, ora gioco a padel. In Italia troppi leccaculo".


💬 Commenti