Bayer Leverkusen, Rolfes: "Siamo sicuramente in grado di battere la Roma"

Scritto da Leonardo Cocchi  | 

Il CEO del Bayer Leverkusen Simon Rolfes è stato intervistato dai canali ufficiali del club tedesco. Ecco le sue dichiarazioni:

Come valuta la sconfitta per 1-0 subita contro la Roma in Europa League?
“È una sconfitta che non ci voleva, la nostra prestazione è stata davvero buona, soprattutto nel primo tempo. Se avessimo sfruttato una delle due occasioni avute a inizio gara, la partita sarebbe andata in maniera diversa. La Roma, infatti, avrebbe dovuto aprirsi e lasciare più spazi che avremmo sfruttato per il nostro gioco veloce. Così, invece, è diventata una battaglia e loro hanno sfruttato la difesa. Siamo 1-0 all’intervallo, tutto è ancora possibile. Siamo sicuramente in grado di battere la Roma con il supporto dei nostri tifosi alla BayArena”.

Che atmosfera hai trovato all’Olimpico?
“È stata un’esperienza grandiosa, straordinariamente suggestiva devo proprio dirlo. È stata un’atmosfera affascinante anche per i nostri tifosi, erano quasi in 3.000 e si sono fatti sempre sentire. Siamo grati per il loro supporto, ce lo aspettiamo anche domani contro lo Stoccarda dove saranno circa 2.000. Si è stabilita un’energia speciale con loro nelle ultime gare, speriamo di sfruttarla per le gare che ci attendono, ce la metteranno tutta”.

Alcuni tifosi del Bayer Leverkusen hanno subìto delle aggressioni.
“Nessuno vuole vedere queste scene, affronteremo questo argomento insieme alla UEFA. Speriamo che alcuni degli aggressori vengano identificati e perseguiti”.

Quanto fanno male le assenze di Andrich, Kossounou e Bellarabi per il finale di stagione?
“Questi infortuni ci fanno male, mi dispiace che non ci siano e spero possano tornare rapidamente. Bisogna accettare questa situazione, pensare ai giocatori a disposizione e guardare avanti. È il momento di lavorare sodo e mostrare il vero spirito di squadra. In questo momento contano tutti, allenatori, giocatori e staff. Siamo in una fase molto eccitante e abbiamo molto da guadagnare”.

Il ruolo dell’allenatore è ancora più importante ora?
“Xabi Alonso ha grande esperienza nel calcio, sa tutto. È un vantaggio, trasmette calma e fiducia, dà sicurezza. Abbiamo una squadra che crediamo sia capace di tutto. Affronteremo ogni partita come fosse una finale, con il massimo impegno”.

Potrebbero mancare cinque partite alla fine della stagione qualora arrivare in finale di Europa League.
“Questo è il nostro obiettivo, sarebbe un premio. Prima pensiamo allo Stoccarda, sarà una gara complicata e un test importante. Stanno lottando per la retrocessione e faranno di tutto per batterci. Dopo il match, penseremo alla Roma”.


💬 Commenti