Tiago Pinto: "Ogni partita è una finale, penso che oggi si vedrà questa ambizione. Oliveira? Per il suo futuro vediamo quello che dobbiamo fare a fine stagione”

Scritto da Leonardo Cocchi  | 

Tiago Pinto direttore generale AS Roma

Tiago Pinto ha parlato ai microfoni di Sky Sport poco prima del match contro il Vitesse. Ecco le sue dichiarazioni:

La Roma rispetta il Vitesse.
“Penso che per fortuna non abbiamo tanti infortuni, tanti giocatori a parte Spinazzola sono disponibili. Mourinho ha scelto l’11 più adatto per il match, vogliamo andare il più avanti possibile. Ogni partita è una finale, penso che oggi si vedrà questa ambizione”.

Le ultime partite hanno avvicinato la Roma al quarto posto: i Friedkin sono pronti a investimenti per l’estate?
“La partita di oggi è così importante che preferisco parlare della Conference League. La Serie A è molto competitiva, se vinci due partite sei vicino alla Champions, se ne perdi sei lontano. Vogliamo fare il meglio nelle 10 partite finali, vincerle il più possibile per avvicinarsi ai primi posti e poi vedremo che succede. Dobbiamo pensare partita dopo partita, inutile fare giudizi dopo ogni gara, vediamo a fine stagione”.

La ripresa di Kumbulla?
“Questo cambiamento lo si deve a Mourinho e allo stesso Kumbulla. Marash è sempre stato un grande professionista, adesso è un calciatore importante per noi. Parlo tutti i giorni con i giocatori, ma la cosa più importante è il rapporto tra calciatore e allenatore”.

Quanto è importante questa partita per Oliveira? Lo volete trattenere a Roma?
“Per lui è una partita importante, ha fatto molto bene le prime due partite, poi ha avuto un problema fisico che lo ha condizionato. Oggi può fare bene, poi per il suo futuro vediamo quello che dobbiamo fare a fine stagione”.


💬 Commenti