Tiago Pinto: "Su Zaniolo non parlerò più, le mie parole sono state strumentalizzate. La Champions? Abbiamo tante partite davanti, la squadra è forte e motivata"

Scritto da Leonardo Cocchi  | 

Tiago Pinto direttore generale AS Roma

Tiago Pinto, general manager della Roma, ha parlato ai microfoni di Dazn prima della sfida contro il Genoa. Ecco le sue dichiarazioni:

La posizione della Roma su Zaniolo?
“Io con onestà non posso nascondere che sono stato sorpreso dal rumore per una risposta ovvia. Siamo in un’era in cui Messi ha lasciato il Barcellona per il PSG, nessun DS può dire che un calciatore non partirà mai. Quello che ho detto io è ovvio, come quello che ha detto Mourinho, così come il fatto che Zaniolo è un giocatore fondamentale per la Roma e ha un contratto. Ho detto che non era il momento di parlare dei rinnovi. Qui sto imparando, mi sono aperto per parlare un po’ più coi giornalisti, ma ora devo rivedere la mia posizione perché tutto questo caos non mi è piaciuto. Mi ha fatto piacere la reazione di Mourinho e il fatto che la Roma ha capito che le mie parole siano state strumentalizzate. Su Zaniolo non parlerò più”.

Il ruolo di Oliveira?
“Ha importanti caratteristiche: può fare diversi ruolo nel centrocampo, ma non è un regista, e ha la personalità giusta per aiutare la squadra. Può fare tutto”.

Il prossimo acquisto è il regista?
“Non lo abbiamo cercato, ho spiegato che il mercato è stato chiuso dopo l’arrivo di Oliveira. Sono d’accordo con Mourinho, dobbiamo migliorare in ogni finestra di mercato e lo faremo nella prossima”.

La Roma è da zona Champions?
“Abbiamo quattro mesi e tante partite davanti. La squadra è forte e motivata, possiamo fare bene a  fine stagione capiremo quale sarà il posto”.


💬 Commenti