Conferenza stampa postpatita di Mourinho

Conferenza stampa postpatita di Mourinho

Scritto da Piero Bertea  | 
Josè Mourinho

"La stampa non fa altro che ricordare ai ragazzi da quanto non vincono una sfida con le prime quattro della classifica, questa vittoria per me è importante anche per questo. Questo cambio di mentalità ti aiuta, devi saper soffrire, lo abbiamo fatto essendo ben organizzati tatticamente. Per me siamo stati fantastici, anche il fatto di andare nello spogliatoio sul 2-1. La squadra è entrata in campo con maggiore consapevolezza, è la cosa che mi piace di più, questa deve essere la svolta. Karsdorp ha avuto una gran difficoltà, ma è rimasto lì per 95', anche Smalling. Non voglio sapere di gol e assist, voglio sapere della mentalità. Ora ci sarà una sfida importante con la Sampdoria".

La Roma è un tipo di progetto che mi piace, ma serve qualcosa di più, ora siamo limitati, se questo poco di più arriva, fra due-tre anni possiamo far bene. Guarda l'Atalanta, hanno Piccoli che è un giocatore forte, ma alla fine è entrato Muriel, Miranchuk, Malinovskyi. Con qualcosa di più possiamo arrivare dove sono arrivati loro, l'Atalanta è una squadra che sta nelle prime quattro.

Abbiamo preparato la partita per vincerla. Ho rischiato tanto, oggi potevamo essere qui a ridere di me per quello che ho detto in conferenza. L'Atalanta sarà sempre l'Atalanta, per tutto il loro modo di essere, sarà una squadra sempre così, che dominerà sempre.


💬 Commenti