Zalewski: "Mourinho spinge molto sugli atteggiamenti in campo e fuori, sulle motivazioni. Afena-Gyan? È fortissimo e spensierato"

Scritto da Leonardo Cocchi  | 

Nicola Zalewski

Nicola Zalewski, esterno classe 2002 della Roma, ha rilasciato un'intervista ai microfoni de Il Corriere dello Sport. Ecco le sue dichiarazioni:

Mourinho?
"Dovrebbe essere la normalità dare un’opportunità a uno bravo anche se è giovane. Ecco, Mourinho lo fa. Dal primo giorno mi ha parlato, ci ha parlato, dicendo che se avessimo meritato avremmo avuto il nostro spazio e spingendo molto sugli atteggiamenti in campo e fuori, sulle motivazioni: trattandoci da calciatori, non da giovani calciatori. E forse questo fa la differenza, ti fa crescere".

Giovedì sei partito da esterno sinistro alto e poi il tecnico ti ha accentrato da mezzala. Qual è il tuo ruolo?
"Quello che mi chiede il tecnico. Io esterno sinistro alto, mezzala sinistra, trequarti, mi adatto: è lui che mi ha detto di essere pronto a cambiare. Poi se devo dire il ruolo in cui mi trovo più a mio agio è quella da esterno sinistro alto".

Afena-Gyan?
"È fortissimo e spensierato. Si è visto a Genova, se entra a 20 minuti dalla fine può essere devastante. In Primavera era proprio di un’altra categoria"

 


💬 Commenti