Eriksen, parla il medico: "Non sappiamo cosa sia successo".

Scritto da Gianluca Gianoli  | 
Le tanto attese buone notizie sulla salute di Christian Eriksen sono finalmente arrivate. Il centrocampista danese è cosciente e in condizioni stabili. Ad un giorno dal brutto episodio, il CT Kasper Hjulmand e il responsabile medico Morten Boesen  hanno rilasciato delle dichiarazioni in conferenza stampa. Queste le loro parole: Conferenza stampa Morten Boesen Domanda per il medico: cosa ha causato l’incidente? “Non abbiamo una spiegazione sul perché, non so rispondere”. Ancora una domanda per il medico Boesen. La squadra ha ricevuta assistenza psicologica? “Sì, ci sono stati quattro professionisti in hotel con la squadra durante la notte. Abbiamo fatto dei gruppi di aiuto, tutti hanno potuto esprimere i loro sentimenti. Questa mattina questi professionisti sono tornati, così i giocatori hanno potuto beneficiare di un aiuto medico, apprezziamo molto l’aiuto arrivato da fuori”. Domanda per il medico: quanto siamo stati vicini a perdere Eriksen? È stato un arresto cardiaco? “Era morto… (letteralmente: he was gone, ndr) C’è stato un arresto cardiaco, sì. Non so come abbiamo fatto a riportarlo indietro, è successo in maniera veloce. Non sono un cardiologo, i dettagli sul perché e sul come li lascio agli esperti nella materia”. Conferenza stampa Kasper Hjulmand Domanda per Hjulmand: riuscirà la squadra a concentrarsi sulle prossime partite? “Domani proveremo a ritrovare il focus, i giocatori hanno sofferto un trauma, patito lo stress. Forse per qualcuno è ancora troppo presto per riuscirci, cercheremo di usare questo evento per unirci ancora di più e fare il nostro meglio nei prossimi incontri. Penso che ci riusciremo”. Altra domanda per Hjulmand: cosa le ha detto quando vi siete sentiti? “Era preoccupato per noi e per la sua famiglia, ha detto che non si ricordava molto e che era preoccupato per noi. È tipico di lui, questo dimostra che grande giocatore e che grande persona sia. Voleva che giocassimo, è un calciatore e si sente meglio quando si gioca a calcio. Cercheremo di giocare per lui”.

💬 Commenti