25 Aprile Roma

Scritto da Anna Grossi  | 

Cielo grigio e atteggiamento fiero, così il presidente Sergio Mattarella ha dato il via ai tanti tributi e manifestazioni che come ogni anno celebreranno la data del 25 aprile. Mai come oggi la lotta per la libertà sembra argomento attuale. Quella libertà per cui tanti giovani hanno dato la vita, che sembrava raggiunta il 25 aprile di 77 anni fa, ma che ancora oggi perde davanti alla lotta di potere economica e politica.
“Buona festa della liberazione dal nazifascismo a tutte e a tutti. Il 25aprile è la radice della nostra democrazia e la festa di tutti gli italiani. Roma, Medaglia d'oro per la Resistenza, la celebra, oggi più che mai, dalla parte della pace e della libertà.” Così ha twittato il sindaco di Roma Roberto Gualtieri.

E proprio a Roma sono tantissime le manifestazioni in giro per la città. Ad aprire le danze alle 9:00 proprio il presidente Sergio Matterella che ha deposto come ogni anno una corona d'alloro all'Altare delle Patria in Piazza Venezia come omaggio al Milite Ignoto.

Ma sono tanti gli eventi per il 25 aprile a Roma.

Dalle 9,30 alle 11,30 circa, manifestazione con corteo da largo Benedetto Bompiani (Tor Marancia) raggiungerà piazzale Ostiense, dopo aver percorso via delle Sette Chiese, via di San Petronilla, via Valeria Rufina, viale di Tor Marancia, piazzale Elio Rufino, attraversamento di via Cristoforo Colombo, via Genocchi, piazza Oderico da Pordenone, viale Guglielmo Massaia, piazza Biffi, la circonvallazione Ostiense, via Benzoni, via Matteucci, via Ostiense. L’iniziativa è indetta dall’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (A.N.P.I.), ed è prevista la partecipazione di circa 2.000 persone.

Dalle 9 alle 14, manifestazione commemorativa in piazzale Ostiense, altezza Via del Campo Boario, cui è prevista la partecipazione di circa 300 persone.

Quella organizzata nel quartiere San Lorenzo invece è una vera e propria giornata di festa: si inizia la mattina alle ore 10 con il Torneo della Liberazione, prima edizione di un torneo di basket, a cui seguono attività ludico sportive organizzate dall'Atletico San Lorenzo fino alle ore 13, quando è previsto il pranzo popolare. Due ore dopo l'inizio del concerto di Iguana Blues alle ore 14, alle 16 è stata organizzata la passeggiata resistente in ricordo delle partigiane e dei partigiani. Ogni tappa di questa passeggiata è stata organizzata in ricordo di uno o più partigiani e partigiane. Si parte da piazza dei Sanniti, dove sono ricordati anche i partigiani e le partigiane senza targa, poi si raggiunge via dei Vestini, via dei Volsci, via dei Latini, piazza dell'Immacolata e via dei Sabelli. È in questa strada che viene inaugurato, alle ore 17.30, il murale dedicato ad Andrea Dorno, il capitano dell'Atletico San Lorenzo morto lo scorso marzo.
La giornata prosegue, infine, con la palestra popolare San Lorenzo, sempre alle ore 17.30 e gli incontri di boxe della quindicesima edizione del Trofeo della Liberazione. Dopo la presentazione del libro Il domani era venuto alle ore 18, un nuovo concerto conclude la giornata a partire dalle 19.

Super pranzo collettivo anche per il Pigneto. Questa iniziativa è stata organizzata all'aperto, nel Giardino Galafati all'interno della scuola primaria intitolata a Enrico Toti, dell'istituto comprensivo Alberto Manzi come si faceva una volta.
Nella nota, scritta nella pagina dedicata all'evento su Facebook, si legge: "Ci sarà da mangiare e se ti va puoi portare anche tu qualcosa da condividere. Se se ti risulta semplice, abiti vicino e vieni con un gruppo numeroso porta anche qualche sedia e un tavolino leggero." Per la durata del pranzo, per cui sono attesi molti bambini vista la natura del luogo che ospita il pranzo, oltre a musica e letture sono previste attività per i più piccoli e piccole.

L’Esquilino invece ha deciso di fare le cose in grande, le iniziative sono partite il 21 aprile e andranno avanti fino al 30. Assemblee, proiezioni, giochi, musica, dibattiti e concerti in piazza Vittorio Emanuele, nell'auditorium Spin Time, in via Bixio e anche all'università degli Studi di Roma Tre.

"Nel periodo tra il Natale di Roma ed il Primo Maggio, passando per il 25 Aprile, vogliamo trasformare l’Esquilino in una grande Agorà, una piazza aperta alle storie, alle battaglie e alle idee delle tante comunità che attraversano il rione – Insieme ad altre decine e decine di realtà abbiamo dato vita a Poleis, il Polo dell’Esquilino per l’Innovazione Sociale, un’esperienza collettiva che fa il suo debutto nel quartiere liberando energie civiche e creatività."
Per la giornata del 25 aprile Alle ore 10.30, con appuntamento in via Bixio, parte la biciclettata itinerante nel rione, alle 13 è stato organizzato il pranzo multietnico e alle 16.30 inizia il concerto in cui si esibiscono Ruggero Artale Djembè Lab, Coro delle donne di Tor Pignattara, Orchestra Clandestina, Aguirre, Phake, Studio Balilla (TBD), Band degli studenti medi.


💬 Commenti