El Shaarawy: "Il mio ruolo? Non ho problemi ad adattarmi alle scelte del mister. Voglio fare sempre di più"

Scritto da Leonardo Cocchi  | 
Stephan El shaarawi (photo Bertea)

Queste le parole di Stephan El Shaarawy, attaccante della Roma, in conferenza stampa per presentare la sfida contro il Ludogorets.

99 gol in carriera, un altro obiettivo da raggiungere.
“Questi sono obiettivi che sono stimoli a fare di più, voglio migliorarmi giorno dopo giorno. Ho fatto 50 gol con la Roma, ho numeri importanti ma quello che voglio è fare sempre di più”.

Giochi spesso largo a sinistra, è il tuo nuovo ruolo?
“Non ho problemi ad adattarmi alle scelte del mister, ho giocato trequartista ma faccio anche il quinto. Ovviamente sono meno incisivo sotto porta ma non mi preoccupa, quello che ho sempre detto è la disponibilità e l’atteggiamento. Senza nessun tipo di problema, cerco di fare sempre il mio e dare un contributo importante alla squadra”.

C’è un lavoro specifico che si fa quando si gioca meno degli altri ed essere sempre decisivo?
“Penso si tratti di concentrazione ed essere presente nella partita anche nei minuti finali. L’atteggiamento e la voglia di non mollare sono le cose principali quando si è in campo, per cui quello è sempre stato il mio pensiero cioè quello di non mollare e non accontentarmi mai. È un lavoro molto di testa, però penso che sia molto anche per gli episodi specifici, non deve mai mancare la determinazione di quello che si fa, si deve avere il focus su quello che si deve fare. I gol e gli assist nei minuti finali possono anche decidere le partite. La mentalità di qualsiasi giocatore è quella di non mollare, si deve avere il focus sui propri obiettivi e migliorarsi, poi i risultati arrivano”.


💬 Commenti