AS Roma Femminile, Spugna: "C'è da migliorare, ma godiamoci questo risultato perché è qualcosa di prezioso"

Scritto da Leonardo Cocchi  | 

Al termine di AS Roma-Sparta Praga, ha parlato Alessandro Spugna

Alessandro Spugna in mixed zone

Come si gestisce tutta questa energia positiva nei gironi di Champions League?
"Quando c'è l'energia positiva, non è mai un problema. Deve esserci sempre. Il gruppo è straordinario e lavora sempre al massimo: molte delle titolarissime, prima della Fiorentina, sapevano di non giocare, ma in allenamento hanno fatto le contrapposizioni alla grande. Loro sanno che sono 25 calciatrici importanti. Il momento arriverà per tutte. Domenica arriva il Parma, una partita da tre punti perché noi vogliamo stare avanti in campionato. Il Parma non sta attraversando un buon momento, ma non vuol dire nulla. Dopo prestazioni come questa, sono gare difficili. Serviranno forze fresche, ma sono tutte pronte". 

C'è tanto da migliorare?
"La cosa bella è che siamo arrivate ai gironi, che era il nostro obiettivo perché volevamo confrontarci con le migliori squadre d'Europa. C'è da migliorare, ma godiamoci questo risultato perché è qualcosa di prezioso. Ci abbiamo lavorato tanto e volevamo arrivare a questo, adesso ci siamo". 

Un viaggio che è iniziato tempo fa. 
"Sì, ce lo siamo guadagnate con il secondo posto in campionato. Poi abbiamo iniziato a pensare di fare qualcosa di straordinario, perché non era scontato l'arrivare ai gironi. Abbiamo battuto il Paris, che è una squadra fortissima, con calciatrici della Nazionale Francese. Lo Sparta Paraga, nonostante il sorteggio fosse stato fortunato, è una squadra molto fisica ed esperta. Siamo state brave all'andata e anche oggi. Siamo andate sotto, poteva essere un problema, invece poi abbiamo mantenuto il dominio della gara, per esprimere nel secondo tempo tutto ciò che potevamo". 

La tattica di far andare in vantaggio le avversarie è stata scoperta. 
"No (ride, ndr). Devono andare in vantaggio il meno possibile perché poi per recupare devi avere tante forze. Noi dobbiamo sprecarne il meno possibile, dati i tanti impegni, e andare noi in vantaggio".

Come si mantiene questa costanza di rendimento?
"Bisogna far girare un po' la rosa, come fatto con la Fiorentina. Ora anche per il Parma, dovremo fare qualche ragionamento, ma da domani. Si dovranno dosare i carichi nel migliore dei modi, perché la partita diventa il miglior allenamento che hai. Giocando gni due giorni, ci sarà bisogno di tutte".

Ti aspettavi questo traguardo in così poco tempo?
"Quando sono arrivato a Roma, le potenzialità per questo tipo di traguardo c'erano e ci sono. Possiamo fare qualcosa di straordinario, perché la bravura delle ragazze è tanta. In Europa possiamo divertirci, chiaro che ci confronteremo con squadre di altissimo livello. Era quello che volevamo. Servirà umiltà. Il pubblico è fantastico, oggi si è superato. In questi giorni ho guardato qualche partita di Champions League e ci sono pochi tifosi così. Li ringrazio, dobbiamo esserne orgogliose". 

Le palle inattive?
"Sono questione di centimetri, di tempo e di fortuna. Le palle inattive sono importanti nelle partite, perché ce ne sono molte. Devono farci alzare il livello". 

L'arbitraggio?
"Non lo so, ho protestatoma ero concentrato. Andando dietro all'arbitraggio perdi di lucidità e di energie". 

Alessandro Spugna ai canali ufficiali del Club

Quanto è grande la soddisfazione per avere conquistato un risultato storico per il Club?
"La soddisfazione è tanta. Siamo contenti, abbiamo fatto due belle prestazioni. Oggi avevamo un piccolo vantaggio, ma è stato annullato dopo venti minuti. Siamo state brave a ri-dominare la gara, a riprenderla in mano, a creare tante occasioni e a fare tanti gol. È stato un bello spettacolo per un bellissimo pubblico". 

Terza rimonta consecutiva: come stanno le sue coronarie?
"Per adesso abbastanza bene. Però, speriamo di non avere troppe rimonte da fare. Questo significa comunque che la squadra sta bene fisicamente e sta bene mentalmente, perché recuperare un risultato non è mai semplice".

Cosa dobbiamo attenderci dalla Roma nella fase a gironi?
"Intanto ci andiamo. Questo significa essere tra le 16 migliori squadre d'Europa, e questo è bellissimo. Ci dobbiamo andare con umiltà, con coraggio. Vogliamo confrontarci con le migliori realtà europee. Vedremo chi pescheremo al sorteggio. Sicuramente qualche top club lo incontreremo. Ma in questo momento siamo curiose. Penso che potremo comunque divertirci, provando a fare qualche scherzo a qualcuno".


💬 Commenti