Pinto: “Sono orgoglioso e motivato di lavorare ogni giorno con Mourinho”

Oggi presso la sala stampa del Centro Sportivo Fulvio Bernardini ci sarà la conferenza stampa di fine mercato del General Manager Tiago Pinto.

Scritto da Martina Stella  | 
Tiago Pinto, d.g. della AS.Roma

La conferenza stampa di Tiago Pinto

Fare più di 40 trattative in 2 mesi non è solo Tiago Pinto. Tutto L'ufficio mi ha aiutato tanto. Il calcio è molto difficile ed èpinto. Sono molto esigente con me stesso. Sono il primo a rimanere arrabbiato quando le cose non vanno bene. Mercato più difficile della storia recente del calcio. Io non sono quello che vi chiama dicendo che ha fatto un grand3e mercato o che sono un bravo direttore sportivo ma siamo comunque riusciti a portare il migliore allenatore del mondo sulla panchina della Roma, diventare una squadra. Abbiamo trovato soluzioni per 30 calciatori. Alla fine abbiamo fatto un buon lavoro.

Ricordava l'estate difficile del calcio mondiale. Ha migliorato tanti reparti. Guarderà il mercato degli svincolati o apetterà? 
Tutte le domande sono per il centrocampista. Credo che non è un tema di budget ma abbiamo fatto più di quello che la dirigenza aveva pensato. Il mercato è dinamico e bisogna capire i momenti. non è un tema di budget. Tutti voi sapete che avevamo interesse per Xhaka ma abbiamo deciso di fare quello che era urgente per la squadra. Io non voglio mai trovare giustificazione per il mio lavoro ma quando abbiamo cominciato avevamo tanti giocatori in rosa. Chiaro che i tifosi guardano ciò che manca. Abbiamo fatto quello che pensavamo fosse giusto per diventare più forti.

Si aspetta la trattativa per il rinnovo di Pellegrini complicata? 
No, Lorenzo vuole rinnovare con la Roma e la Roma vuole che rinnova, non è un problema.

Si dice che il bravo direttore sportivo è quello che vende. È soddisfatto per ciò che ha fatto con gli esuberi? Possono essere reintegrati in caso di emergenza? 
Si, vendere è un lavoro difficile. In questo mercato non abbiamo trovato soluzioni per i calciatori in esubero e per quello non sono partiti. Credo che abbiamo 10 finestre di mercato aperte. Lavoriamo per trovare soluzioni. Noi abbiamo lavorato e abbiamo portato offerte per tutti i calciatori, dove non perdevano un euro.

Qual è il rimpianto a fine mercato? 
Mercato è molto dinamico. Xhaka è stato un rimpianto perché lui voleva venire ma l'Arsenal non ha ceduto. Il vero rimpianto è stata la situazione degli esuberi perché io e Morgan e tutte le persone in questa sala abbiamo lavorato molto per portare offerte degne, buone ma alla fine è una situazione che non mi piace.

Rapporto con Mourinho stimolo o peso in più? 
A parte che qualche stampa che dice che è stato un Irlandese a portare Mourinho. Sono molto orgoglioso di aver portato Mourinho qui. Sono portoghese, ho 36 anni e come puoi immaginare da bambino che è una referenza. Io approfitto ogni giorno per lavorare da lui che ha lavorato in grandi club. Abbiamo fatto un lavoro insieme, sappiamo ciò che possiamo o non possiamo fare. Se guardo la panchina della Roma e vedo Darboe, calafiori, Reynolds, Bove, chiaro che non è solo Mourinho che può dire che manca esperienza ma in questo progetto lui aveva uno spazio per sviluppare calciatori. Sono orgoglioso, felice e motivato di lavorare ogni giorno con Mourinho.


💬 Commenti