Dotto: "La sconfitta contro il Bodø/Glimt arriva nel momento peggiore, bisognerà solo valutare le conseguenze. Ora Mourinho deve essere bravo a inventarsi qualcosa"

Scritto da Leonardo Cocchi  | 

Giancarlo Dotto, giornalista e scrittore, ha commentato la sconfitta della Roma contro il Bodø/Glimt ai microfoni di TMW Radio. Ecco le sue dichiarazioni:

"Una disfatta del genere può essere comprensibile in un calcio come quello di Zeman ma diventa uno scandalo nel calcio di Mourinho. Sarà interessante cosa si scatena nella sua testa. Ha un ego molto forte e quindi bisogna capire cosa succede quando la sua autostima viene travolta. Chissà cosa può succedere con un ko duro contro il Napoli, che oggi travolge tutto e tutti. Lui include ed esclude, ma lo fa in modo talmente netto che fa pensare a logiche settarie. Se tu per tanto tempo diffondi ai non titolari che non esistono, e poi li mandi in campo, poi è difficile trovare un corpo. Perdere 6-1 ti espone a quello che sta succedendo. Questa sconfitta arriva nel momento peggiore, bisognerà solo valutare le conseguenze. Ora Mourinho deve essere bravo a inventarsi qualcosa. Anche gli eletti di Mourinho non sono di personalità o qualità. E aggiungo che la mancanza di Smalling è una voragine. Ibañez ha doti ma è totalmente sopraffatto dall'istinto. Mourinho dice che la Roma è una famiglia? A volte le famiglie sono dei gironi infernali. Vedo giocatori non felici, penso ad El Shaarawy o a Mkhitaryan".

 


💬 Commenti