L'ex capitano giallorosso commenta l'arrivo a Roma del tecnico portoghese: "È il più forte del mondo. Non avrò nessun ruolo nella Roma"

Scritto da Martina Stella  | 

Francesco Totti ha parlato dell'avventura della Nazionale di Mancini a Euro2020. L'ex capitano giallorosso, nominato Ambassador delle Olimpiadi e paralimpiadi invernali Milano-Cortina 2026, ha risposto anche ad alcune domande sull'arrivo di Mourinho e su un suo futuro possibile nella Roma.

Gli azzurri stanno regalando belle soddisfazioni. "La Nazionale ha compattato il Paese, le cose stanno andando bene. Non diciamo niente per scaramanzia, ma siamo uniti come squadra, e la squadra sta unendo anche il paese. Speriamo di arrivare più avanti possibile perché è tanto tempo che manca un Europeo all'Italia, penso che questo può essere l'anno giusto".
Sul nuovo ruolo di Ambassador alle Olimpiadi. "Mi sarebbe piaciuto partecipare a un'Olimpiade. Purtroppo c'erano giocatori più forti…(ride, ndr). Il rispetto verso il prossimo è un valore basilare e sta alla base dei valori olimpici. Le Olimpiadi invernali? Devo dire che ho avuto il piacere di fare una settimana bianca, a Cortina, dopo essermi ritirato dal calcio. Ho scoperto che è veramente bello sciare".
Sull'arrivo di Mourinho a Roma. "Mourinho? Quando arriverà dirà quello che pensa. Abbiamo preso l'allenatore più forte al mondo,. Sarebbe stato bello essere allenato da Mou? Quando ero giovane si..."
Su un futuro possibile nella Roma. "Un mio ruolo nella Roma? Io non ho parlato con nessuno e non ci sarà nessun ruolo".
Speri in una telefonata? "No, il telefono è spento (ride, ndr)".

💬 Commenti