Conferenza stampa Josè Mourinho

Conferenza prepartita di Josè Mourinho

Scritto da Piero Bertea  | 
Josè Mourinho (Photo Pruneti)

Domani c’è Roma-Verona, e partirei dall’emergenza, ci sono diversi giocatori fuori, adesso c’è la nota del club, ci sono quattro giocatori fuori per Covid, sono 9 in tutto, le chiedo se in questi 9 è inserito nicolò zaniiolo, e se puo darci qualche informazione in più.

No, senza Nicolò Zaniolo

Zaniolo farà un test di rifinitura, in che condizioni è in questo momento

Voi sapete più di me. Allenamento è alle 5, partita domani alle 6, c’è condizione di aspettare domani mattina

Questa è una settimana in cui in questo mondo interconnesso, i nostri ragazzi guardano molto piu volentieri il calcio estero,

A Roma non è così, perchè domani è esaurito di nuovo al 75%

Volevo chiederle , visto che lei è un appassionato di calcio a 360° se questa settimana ha provato un pò di nostalgia per la Champions League oppure no

Prima di tutto, ho fatto più di 150 partite di Champions, sono un privilegiato non posso piangere perchè adesso gioco Conference League, no, nostalgia no. E di grandi partite di Champions non ne ho viste tante, 

Psg-Real? 

Non mi è piaciuta

Inter-Liverpool? 

È stata una bella partita, si

Lei, oltre che un grande allenatore, è sempre stato considerato un grande comunicatore, come si rapporta in questo periodo romano ad una proprietà che è sempre silente, che non hanno mai parlato i Friedkin pubblicamente, è vero che in Inghilterra molte proprietà ragionano alla stessa maniera, quindi magari lei è abituato, ma non crede che per placare le voci, le indiscrezioni, le polemiche  un intervento diretto potrebbe essere utile?

Io no so se sono un grande comunicatore, o no, quello che so è che sono intelligente a sufficienza e sono sempre molto rispettoso con le proprietà, ma quando un allenatore puo fare una considerazione sulla sua proprietà? nei miei principi di vita e di calcio chi sono io per dire qualcosa sulla mia proprietà, la mia proprietà è la mia proprietà, sono i miei superiori, che devo commentare di questo. Io per la famiglia Friedkin ho solo rispetto, rispetto personale e rispetto professionale . Il rispetto personale mi porta ad un rapporto con loro dove nel privato possiamo scambiare idee, esperienze e ovviamente nel mondo imprenditoriale io non sono nessuno paragonato a loro, dal punto di vista del calcio ho abbastanza esperienza e loro l’umiltà sufficiente per parlare con me in modo molto aperto.

All’andata col Verona arriva la prima sconfitta stagionale, da allora la Roma ha denotato anche in qualche altra occasione qualche piccolo blackout che è stato molto dannoso sul risultato, pensa sia cambiato qualcosa rispetto alla partita di Verona, ci siano stati progressi dal punto di vista mentale nella squadra?

È cambiato il tempo, perchè li era un freddo e una pioggia incredibile e non penso che domani sarà freddissimo o pioverà durante tutta la partita. Scherzi a parte penso che loro sono una squadra di grande qualità, lo stesso che nella prima partita, è stata dura anche per loro perchè non è stato facile per loro vincere la partita. Domani sarà, penso, una partita dura per tutti e due, un bravo giovane allenatore che si identifica molto nello stile di gioco che hanno, una squadra che si identifica con le idee del suo allenatore, giocatori di qualità, di esperienza, una squadra che sta bene e tranquilla in classifica e sarà sicuramente una partita dura, spero che la sia anche per loro. Perchè non abbiamo nove assenti, però è incredibile che in una stagione senza risultati straordinari che facciano impazzire i tifosi, è incredibile che la gente, una volta in più è li, è incredibile perchè i giocatori che sono in campo per forza devono sentire questa passione e devono giocare con questi tifosi nella loro testa e nel loro cuore. 9 sono tanti, ogni squadra con 9 sarebbe ovviamente in grande difficolta, non sarà diverso per noi, la panchina non avrà neanche tutti i giocatori, mi dispiace però devo distruggere metà della primavera che domani gioca contro il Milan, metà della squadra perchè dovranno stare con noi. però siamo li, e speriamo che con l l’appoggio di sempre della nostra gente, possiamo fare la gara e prendere punti.

Ci parla da sempre di un progetto triennale, adesso ci ha parlato della stagione in corso, che potrebbe finire senza trofei lodando l’atteggiamento del pubblico. Può sfruttare  lei e la società queste ultime partite della stagione per iniziare a valutare la squadra  in vista dell’anno prossimo e decidere chi è all’altezza di questa Roma e chi no? Poi volevo chiederle una domanda su Veretout che a inizio stagione era al centro della su Roma e invece da due mesi a questa parte sembra svanito.

La valutazione si fa ogni giorno, anche allenandosi si fa la valutazione, non sono tanti i giocatori che hanno una stagione uniforme, una stagione a livello molto alto, sono pochi. Ad essere onesto se devo scegliere un giocatore dei nostri con una stagione uniforme e a livello altro, scelgo Mihkitaryan . perchè è quello che ti aiuta a risolvere diversi problemi, puo giocare in diverse posizioni d’accordo con le difficolta e le necessita e magari è un giocatore nostro che mantiene un livello piu alto di performance, Jordan ha iniziato molto bene, poi è stato meno bene, adesso mi sembra stia tornando ad un livello, per me,  accettabile però per me Miki è quello che senza infortuni, che ha giocato sempre, senza infortuni, senza diffide, senza squalifiche, fisicamente anche molto forte, gioca senza problemi anche tre partite in una settimana quando capita. Veretout per me è stato un esempio di un giocatore con una stagione sempre al massimo.

Prima ha parlato del feeling col pubblico che è sempre presente, chi lo ha avuto sin dalla prima partita è Tammy Abraham, il suo bilancio personale sui primi 6 mesi in Italia di Tammy, che cosa può fare di più per la Roma di Mourinho, e cosa può fare la Roma per Tammy per farlo migliorare nei prossimi tempi?

Sta facendo bene, però può fare meglio. La squadra ha bisogno di far meglio, lui ha bisogno che la squadra faccia meglio. Però per un giocatore straniero cresciuto in un calcio diverso, in una società completamente diversa,  uscire dall’Inghilterra, una decisione molto difficile per un giocatore, per me sta facendo bene, però spero più  lui che ha potenzialità per fare meglio.

 


💬 Commenti