Juventus, Allegri: "Rincontrare Mourinho è sempre un piacere, la Roma è una squadra tosta. Out Bonucci. Sto aspettando l'ok per Milik"

Scritto da Leonardo Cocchi  | 

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro la Roma, in programma domani 27 agosto all'Allianz Stadium alle ore 18:30. Ecco le sue dichiarazioni:

Che gara dovrà fare la Juve domani?
“Domani è il primo scontro diretto contro una Roma che sta facendo bene e sta continuando il trend positivo dell'anno scorso vincendo la Conference League. Rincontrare Mourinho è sempre un piacere, sta facendo un ottimo lavoro e plasmando la Roma a modo suo. Squadra tosta, non ha ancora subito gol. Sarà una partita molto equilibrata”.

I palloni toccati da Vlahovic, cosa deve cambiare?
“Se toccasse un pallone e facesse un gol sarei contento. Con la Sampdoria abbiamo fatto un brutto primo tempo, l'ho visto anch'io. Le partite durano 95 minuti, mi sono arrabbiato perché nel secondo tempo la partita andava azzannata. Loro erano in difficoltà, abbiamo avuto occasioni che non abbiamo sfruttato. Normale che la prestazione del primo tempo vada migliorata, ma c'erano anche i meriti della Samp che ha chiuso gli spazi e ha fatto giocare molto i difensori”.

Con MIlik e Paredes questa Juve più forte dell'anno scorso?
"Solo i risultati diranno se la Juve è più forte dell'anno scorso, per esserlo va migliorata la posizione dell'anno scorso. Paredes non è arrivato, non so se arriverà. Dobbiamo concentrarsi su domani, è la cosa più importante. Sono molto contento di Milik, ha numeri impressionanti e potenzia l'attacco. Come caratteristiche può giocare anche con Vlahovic visto che gli piace di più venire in contro. Aspettiamo il nullaosta a livello burocratico che spero arrivi nel pomeriggio così domani sarà a disposizione".

Come sta Bonucci? Come prosegue l'inserimento di Bremer?
"Bonucci non sarà convocato perché non sta ancora bene, ieri ha lavorato con la squadra ma stamattina non stava bene con la gamba. Le cose mezze e mezze non vanno bene. Di Maria ha lavorato parzialmente con la squadra, l'obiettivo è Firenze".

Che effetto le fa ritrovare Dybala da avversario?
"Abbiamo passato degli anni straordinari, con le sue giocate ha fatto divertire tutti. Domani lo ritroviamo da avversario, è un piacere rivederlo".

Szczesny può giocare domani? Gli altri infortunati come stanno?
“Szczesny domani è a disposizione, può rientrare. Kaio credo abbia un problema serio, al tendine rotuleo. Chiesa sta recuperando, ma momentaneamente non sappiamo quando sarà a disposizione. Pogba lo stesso. Aké ha la frattura del malleolo, credo, non sarà a disposizione. I due che verranno recuperati, Di Maria e Bonucci, spero che per Firenze siano a disposizione”.

Soddisfatto di Locatelli? Qual è il ruolo in cui rende meglio?
"Manuel sta facendo bene, poi quando non gli vengono le cose si innervosisce. Può solamente che crescere a livello di condizione".

Un commento ai gironi di Champions League?
"In Champions son tutte gare difficili, sulla carta normale che il PSG sia più forte. Sulla carta il passaggio del turno ce lo giochiamo col Benfica.Difficile che in Europa ci siano partite facili".

Rovella e Miretti possono giocare?
"Domani devo decidere il centrocampo, ho dei dubbi anche in difesa valutando i cambi. Soprattutto se arriverà l'ok per Milik".

Che partita si aspetta?
"Sarà una bella partita, una serata di sport e di calcio. È sempre Juve-Roma, c'è attenzione e curiosità. Siamo alla terza giornata, c'è da migliorare la condizione, la gestione della partita. Quello che voglio dire: bisogna rimanere sereni e tranquilli. Domani non si perde il campionato. Ci sarà bisogno dei tifosi, con il Sassuolo sono stati straordinari, ci saranno momenti straordinari. Giochiamo contro una Roma che in questo momento è forte. Ci vorrà aiuto da parte di tutti".

Si sta anche divertendo in questa sfida?
"L'anno scorso abbiamo buttato le basi per tornare a vincere. Cercheremo di farlo, vedremo anche il mercato come finirà. Il divertimento per me è vincere e per farlo bisogna passare anche dai momenti di difficoltà. Ci vuole un po' di pazienza. Ecco perché l'altro giorno dopo il primo tempo bisognava rimanere tranquilli perché si poteva solo migliorare. Anche vero che in quei momenti non si dovevano fare danni".

Quanto c'è di suo in questa Juve?
"Finiamo il mercato e vediamo chi abbiamo a disposizione. C'è un buono spirito e voglia di lavorare. Durante la stagione di partite sporche ce ne saranno, noi dobbiamo rimanere sereni e non andare in frustrazione".

Cosa cambia se avrà a disposizione Milik domani?
"Visto che non ho ancora deciso la formazione magari lo faccio giocare dall'inizio. però fino a domani non lo so, mi è balenata questa idea. Quindi vediamo, undici li facciamo giocare se no ci squalificano".

Soddisfatto di Rugani a Genova?
"Daniele ha fatto una buona partita, normale che le sue caratteristiche migliori siano quella difensive. Lui è affidabile, so il valore che ha e quando fa quelle prestazioni sono contento".


💬 Commenti