Inter-Roma e i silenzi di Mourinho

Scritto da Claudio Fratini  | 
Mourinho-Inzaghi

Non c’è due senza tre si dice ed infatti a far fede al famoso proverbio ci pensa Josè Mourinho che per la terza volta su tre incontri non rilascerà nessuna dichiarazione prima della partita contro la “sua” Inter. Che sia una strategia è ormai chiaro, anche se fino ad ora la si potrebbe definire una strategia non vincente, almeno per la cabala, visti i due precedenti contro l’Inter (0-3 in campionato e 2-0 in Coppa Italia). Dei tre silenzi questo di oggi potrebbe essere quello più comprensibile visto il buon momento della Roma, le polemiche post Napoli e la semifinale importantissima contro il Leicester di Conference League, motivo per cui Mourinho ha preferito non dare adito ad altre polemiche, tenere concentrata la squadra e compattare ancor di più i tifosi evitando di rispondere, probabilmente al miele, a domande inevitabili sul suo passato all’Inter e alle vittorie due delle quali a scapito proprio della Roma non senza polemiche.

Quella contro l’Inter è una sfida vitale per entrambe sia in chiave scudetto per i nerazzurri e sia in chiave quarto posto per i giallorossi. La Roma ha dalla sua parte comunque il vantaggio di poter giocare per due risultati su tre, mentre l’Inter non può concepire nulla che non sia la vittoria altrimenti rimetterebbe in gioco tutto il piccolo vantaggio, potenziale, che ha. Uscire indenni dal Meazza per la Roma significherebbe aver completamente (ri)trovato lo spirito giusto e di squadra, considerando anche l’ottima prestazione contro il Napoli del turno precedente, per affrontare questo importantissimo finale di stagione, alla quale viste le premesse del girone di andata, forse nessuno avrebbe mai potuto immaginare.


💬 Commenti