2 giugno. Torna la festa delle Repubblica a Roma

Scritto da Anna Grossi  | 

La Repubblica italiana nasce il 2 giugno 1946 con un referendum che la chiede a gran voce, oltre 12 milioni 717 mila voti a favore e circa 2 milioni di preferenze in meno per la monarchia di casa Savoia. Il 13 giugno il re Umberto II lascia il paese per l'esilio in Portogallo.

Dopo 76 anni e due di stop a causa della pandemia, tornano le celebrazioni della Festa della Repubblica in città.
Come da tradizione alle 9 il presidente Sergio Mattarella, alla presenza delle più alte cariche istituzionali renderà omaggio all’Altare della patria per deporre la corona d’alloro con nastro tricolore. Presente anche il sindaco Gualtieri che a sua volta renderà omaggio al Milite Ignoto all'Altare della Patria e poi presenzierà alla Parata su via dei Fori Imperiali. Per la prima volta vi parteciperanno i rappresentanti della sanità.

La cerimonia prevede poi che si svolga la parata militare e che il presidente della Repubblica passi in rassegna i reparti che sfilano per l'occasione dalla tribuna presidenziale di via dei Fori Imperiali. Questa notte il tricolore illuminerà la facciata esterna del Torrino del Cortile d’Onore.

Nel pomeriggio ci sarà solo una parziale apertura al pubblico dei Giardini del Quirinale.

Diversi saranno i disagi per la viabilità e le chiusure e deviazioni per il trasporto pubblico.


💬 Commenti