AS Roma Femminile, Spugna: "Le ragazze sono state straordinarie perché si sono adattate alle situazioni. C'era Mourinho a vederci, questo è stato uno stimolo importante. Una parte di campionato si riapre anche per merito nostro"

Scritto da Leonardo Cocchi  | 

Alessandro Spugna

Alessandro Spugna, allenatore dell'AS Roma Femminile, ha rilasciato un'intervista nel post partita di Roma - Sassuolo, match terminato per 2-0 in favore delle giallorosse. Ecco le sue dichiarazioni:

Grande vittoria, qual è stata la più grande difficoltà?
"La difficoltà più grossa è stata che avevamo preparato la gara in un modo, poi loro hanno cambiato qualche cosa e anche noi abbiamo modificato. Le ragazze sono state straordinarie perché si sono adattate alle situazioni. Oggi arrivava una squadra a punteggio pieno, dovevamo avere l'umiltà di cambiare in corsa e l'abbiamo fatto".

Questa partita vi fa diventare più grandi? 
"Speriamo, abbiamo fatto una gara attenta in tutti i momenti: abbiamo gestito bene. Unp gol per tempo ti facilita, ma potevamo chiuderla anche in altri momenti. Loro non mi sono sembrate pericolosissime, oggi siamo state brave a difendere tutte insieme".

La squadra concede poco, è un punto di forza?
"Sì, con questo atteggiamento diventa difficile per l'avversarie farci male. Vedendo i gol presi si nota che nascono da situazioni sfortunate. Dobbiamo andare avanti su questa strada, che le soluzioni per far male noi le abbiamo"

Pirone?
"L'abbiamo presa per segnare. Valeria è straordinara, nelle gare precedenti è stata molto sfortunata. Oggi si è ripresa ciò che le aspettava. Una squadra così le permetterà di segnare".

Quanto è stato complicato gestire questo momento? Mourinho è uno stimolo in più? 
"C'era Mourinho a vederci, c'era il GM, questo è stato uno stimolo importante. Siamo partite dalle precedenti prestazioni che sono state importante lavorando su degli atteggiamenti e oggi era la partita giusta. Una parte di campionato si riapre anche per merito nostro".

Alessandro Spugna ai canali ufficiali del Club

La vittoria?
"Le ragazze sono tutte fantastiche. Hanno dato tutto, hanno lottato su ogni pallone". 

Possiamo dire che è stata una Roma quasi perfetta?
"Abbiamo fatto un'ottima prestazione, ed era quello che volevamo. Non tanto per le prestazioni precedenti - che ci sono sempre state - ma per i risultati. Oggi c'era la volontà di fare un risultato importante, oltre alla prestazione e credo che le ragazze siano state tutte fantastiche: hanno dato tutto, hanno lottato su ogni pallone, anche con qualità".

La prestazione?
"Qualche volta abbiamo anche cambiato le nostre idee di gioco, ma perché il Sassuolo ce le ha impedite, e quindi dovevamo trovare qualche altra soluzione. Ma le ragazze sono state veramente brave. Abbiamo portato a casa un risultato importante - anzi, direi quasi determinante - per il prosieguo del campionato".

La Roma è sembrata sempre molto lucida, con una grandissima intensità e un forte scatto di mentalità rispetto alle altre sfide.
"Era quello che volevamo. In tutte le partite, se si vuole ambire a risultati importanti, bisogna avere una mentalità così: bisogna essere aggressive. Molte volte, la vittoria la devi volere. La devi conquistare. Oggi, abbiamo avuto questo atteggiamento dal primo all'ultimo minuto. E questa è la cosa importante, da cui dobbiamo partire".

Alla vigilia aveva detto che Pirone era in gran forma. Oggi, Valeria lo ha dimostrato.
"Sono molto contento per Valeria, è una ragazza straordinaria che si allena molto bene. In precedenza era stata sfortunata, mentre oggi ha raccolto quello che merita".


💬 Commenti