Costanzo: “Mourinho ha proposto di far cantare l’inno ai cantanti romanisti”

Scritto da Martina Stella  | 

Torna a parlare Maurizio Costanzo. Il responsabile per le strategie di comunicazione della Roma è intervenuto su 'Centro Suono Sport 101.5', parlando di tutte le iniziative nei piani del club giallorosso per avvicinare in qualche modo i tifosi e il vasto mondo delle radio alla società. A partire dalle radiocronache delle partite della Roma:"Stiamo cercando una soluzione per la diretta, con una rotazione delle varie radio secondo le indicazioni della Lega Serie A. A nostro parere le radio sono fondamentali e vogliamo favorire un dialogo diretto, io insisto sempre di più per un clima di grande collaborazione tra le radio, i tifosi e la società. Stiamo cercando una soluzione con la Lega Serie A".

Costanzo prosegue: "Oltre a questo, durante 'A Scuola di Tifo', l'iniziativa di Roma Cares, per una radio che seguirà l'evento ci sarà la possibilità di intervistare uno o più calciatori. Inoltre pensiamo di regalare un gadget della Roma a chi si vaccina, per spingere ulteriormente la campagna vaccinale". Poi un'altra questione importante, a cui i tifosi giallorossi tengono molto: l'inno."Seguendo un suggerimento di Mourinho stiamo studiando come far cantare l'inno della Roma ai cantanti romanisti prima delle partite, come Alex Britti o Noemi che ha già detto di sì - spiega Costanzo -. Questo anche per favorire il clima prima della partita. E le radio sono importantissime per il clima. Le ritengo fondamentali, chi demonizza le radio non ha capito niente". Infine il giornalista annuncia un'altra iniziativa: "L'abbigliamento raccolto durante gli Europei lo vorrei far arrivare ai bambini afghani, vediamo se ci riesco".


💬 Commenti