Peccenini: "Mourinho si metta mano sulla coscienza, l'ha combinata grossa, questa disfatta resterà negli annali"

Scritto da Leonardo Cocchi  | 

Franco Peccenini, ex calciatore della Roma, ha commentato la sconfitta dei giallorossi contro il Bodø/Glimt ai microfoni di tuttomercatoweb.com. Ecco le sue dichiarazioni:

"Non è sufficiente l'affermazione: stendiamo un velo pietoso. No, bisogna andare a fondo, Mourinho ha tutte le ragioni nel dire che questi giocatori non gli piacciono ma non può mandarli allo sbaraglio tutti insieme. Li ha esposti ad una figuraccia, a loro e alla società, contro dei pescatori di baccalà. Lo dico con tutto il rispetto, si sono dimostrati anche bravi ma non sono certo il Real. Non si fa così Mourinho: a memoria d'uomo quando si lavorava sui giovani si mettevano uno alla volta nel contesto dei titolari. Mou ha accettato la Roma e conosceva la rosa: al club non puoi rimproverare nulla, ha speso 100 milioni. Mou si metta mano sulla coscienza, l'ha combinata grossa, questa disfatta resterà negli annali". 

E ora?                                                                                                                                                                "Se fossi il presidente prenderei per le orecchie l'allenatore e gli direi: "hai vinto tutto, però queste figure non sono accettate anche perché stiamo facendo tanto per ricostruire l'immagine della Roma in Europa". Se torno indietro con la mente mi ricordo di Herrera che venne alla Roma dopo aver vinto tutto all'Inter proprio come Mou. Crei entusiasmo ma poi se non fai risultato l'entusiasmo via via scema. Se poi parliamo dei titolari entrati ieri non hanno fatto tanto meglio: mettersi a giudicare le prestazioni è come sparare sulla Croce Rossa. Mourinho non è infallibile ed è colpa sua". 

Domenica c'è il Napoli...
"Non voglio pensare ad un altro ko, pregiudicherebbe il rapporto di Mou con il club; il tecnico portoghese è stato preso per ricreare entusiasmo e dare sviluppo ad un progetto che vorrei capire qual è. Si parla di valorizzazione dei giovani ma così si va incontro ad un deprezzamento. Dopo quanto accaduto ieri Villar non giocherà più una gara: è stato messo in disparte a lungo e ieri è stato bocciato dopo il primo tempo. Mou ha fatto chiaramente capire che chi ha fatto giocare ieri dall'inizio non fa parte del suo progetto ma se poi ci sarà bisogno di loro come potrà fare?".

 


💬 Commenti