Dzeko può finire a Los Angeles

Scritto da Martina Stella  | 
Sirene americane per Edin Dzeko. Il bomber arrivato in Italia nel 2015 potrebbe decidere di interrompere con un anno d'anticipo la sua avventura nella Capitale e trasferirsi negli States, più precisamente in California. Ne è convinto il procuratore Admir Husaric che, al media bosniaco Sport, ha parlato di una trattativa in corso tra il numero 9 della Roma e i Los Angeles Galaxy: «Da informazioni circolate in ambienti dirigenziali so che andrà a giocare lì. Non vorrei rivelare i dettagli ora, perché l'affare deve essere ancora concluso». Il giocatore infatti non ha ancora parlato con Mourinho per capire che progetti ha in mente per lui lo Special One, mentre la prossima settimana il suo agente Alessandro Lucci incontrerà Tiago Pinto (in ballo c'è anche la situazione Florenzi). Il trasferimento in MLS sarebbe un cambio di vita radicale per Dzeko e la sua famiglia, per questo la decisione di lasciare l'Italia è tutt'altro che scontata. A giocare un ruolo importante nella scelta del centravanti sarà anche la volontà della moglie Amra: la signora Dzeko considera Roma una seconda casa, ma ha già vissuto a Los Angeles quando lavorava come modella e l'idea di un ritorno negli Usa potrebbe intrigarla. Con l'eventuale cessione di Dzeko la Roma si libererebbe di un ingaggio da 7.5 milioni netti a stagione, ma dovrebbe andare a cercare un nuovo centravanti a cui affidare le chiavi dell'attacco: Belotti piace ma verrebbe presoin considerazione solo il caso di addio del bosniaco. A breve la società dovrà sedersi a parlare anche con l'entourage di Darboe, che dopo aver brillato nelle sue prime quattro gare da titolare è finito sul taccuino di numerose squadre sia di Serie A che straniere. Gli agenti del gambiano, Ghirardi e Peruzzi, hanno parlato del momento speciale che sta vivendo il classe 2001: «Sono arrivate tante chiamate - hanno spiegato a calciomercato.com - lo cercano grandi club ma per ora non siamo caduti in tentazione. Noi vogliamo continuare con la Roma ma se rimane lo farà per giocarsela con Mourinho, altrimenti si va da un’altra parte, difficilmente in Italia. Il percorso verrà fatto o con la Roma o all’estero, ma adesso è prematuro parlarne». Intanto il club giallorosso ha annunciato la seconda edizione della AS Roma Cup su Fortnite, in programma oggi e domani: i 60 migliori giocatori potranno accedere alla fasefinale e sfidare una speciale coppia formata da Gonzalo Villar e dal player professionista sVenom. L'evento sarà trasmesso live sul canale Twitch Roma Esports.

💬 Commenti