Mourinho: "Il derby è finito, non c'è più nulla da fare. La cosa da fare è vincere domani"

Scritto da Leonardo Cocchi  | 

Josè Mourinho, allenatore AS.Roma

José Mourinho, alla vigilia di Zorya Luhansk - Roma, è intervenuto ai microfoni di Sky. Ecco le sue dichiarazioni:

Che caratteristiche ha lo Zorya?
"Se non cambia, e non pensiamo che lo farà, giocano con un rombo chiuso a centrocampo, hanno fisicità e sanno far male in contropiede, hanno intensità. Giocano bene, il risultato col Bodø è falso. Il campo è in buone condizioni. Quando ho giocato in Ucraina, sempre a dicembre, ho trovato campi in difficoltà. Questo sta bene e la temperatura è perfetta".

Il derby ha lasciato strascichi?
"No, il match è finito, non c'è più nulla da fare. La cosa da fare è vincere domani".

Sarri è tornato sul rigore di Zaniolo.
"Non voglio parlarne. Voglio solo dire che in questa stagione abbiamo giocato sei partite all'Olimpico e quella in cui abbiamo dominato maggiormente è stata con la Lazio. È quella in cui la mia squadra si è sentita più grande e l'avversario più piccolo. Poi ovviamente conta il risultato e lo accettiamo nel modo più professionale possibile: pensando alla prossima gara".

Il turnover?
"Simile a Sofia, magari con altri giocatori, ma simile. Giocheranno alcuni giocatori che hanno giocato domenica, mentre altri riposeranno e alcuni, che hanno meritato di giocare, avranno la possibilità di giocare".

Pellegrini dovrà offrirle una cena dopo il rinnovo?
"Non penso al rinnovo, noi abbiamo parlato e ho avuto il 100% delle garanzie che tutti volevano il contratto. Ormai è questione di giorni, poco importa quando sarà".


💬 Commenti