Tiago Pinto: "L'attacco? È solo un momento, qualcuno dovrà far passare questa situazione"

Scritto da Leonardo Cocchi  | 
Tiago Pinto direttore generale AS Roma

Nel prepartita di Real Betis-Roma ha parlato Tiago Pinto.

Tiago Pinto a SKY

Le parole di Mourinho sulle differenze di budget tra le squadre?
“Penso che nel calcio non conta solo la dimensione economica, lo si vede ogni anno. Per noi è difficile giocare giovedì e domenica. Chiaro che è difficile, ma sappiamo che alla Roma deve funzionare così”.

Che valore ha per la società questa gara?
“La nostra è una società che lavora e non parla. Per noi l’Europa è sempre un’obiettivo, lo abbiamo dimostrato lo scorso anno. Siamo qui per dare tutti il massimo e continuare. La storia della Roma in Europa non è di adesso, ma negli ultimi 10-15 anni è stata sempre al top. Questo ci deve dare responsabilità”.

Sul campo, dove deve migliorare la Roma?
“Il lavoro nel mercato rappresenta il 20/30% della stagione. Il resto lo fa il campo e il lavoro che facciamo ogni giorno. Secondo me, c’è tanto da migliorare, in ogni ambito. La squadra che vince non è solo colei che porta il miglior allenatore e giocatori forte,ma è colei che cresce in ogni reparto”.

Si aspetta qualcosa di più dagli attaccanti?
“Questo è il momento di costruire la squadra. I giocatori davanti hanno sempre occasioni, ma quando perdono fiducia è complicato. Non manca il lavoro, non manca la qualità, è un momento. Lo si è visto con Lautaro ieri. La squadra sta costruendo tante occasioni, qualcuno dovrà far passare questa situazione, spero il prima possibile”. 

Belotti?
“Penso che è un’opportunità. Sappiamo che dobbiamo preparare la squadra a questi appuntamenti. Belotti ha lavorato bene, dopo un'estate difficile. Credo che possa farci vedere il perché lo abbiamo preso, anche se non serve mettergli pressione”.


💬 Commenti