Alla vigilia di Roma-Udinese Paulo Fonseca ha parlato in conferenza. Queste le sue parole:

Presso la sala Champions di Trigoria, il mister della Roma, Paulo Fonseca, ha tenuto la consueta conferenza stampa alla vigilia della prossima gara di Serie A, contro l’Udinese. Vocegiallorossa.it ha seguito LIVE l’evento, fornendo la trascrizione e il video delle parole del tecnico.

Decima difesa del campionato, ci sarà qualche cambiamento? Portieri?
“Pau Lopez giocherà domani. Penso che il problema dei gol subiti non si possa vedere solo per i 3 difensori centrali, è una questione collettiva. Ieri Kumbulla ha avuto un problema in allenamento. Se non giocherà, Cristante è una soluzione”.

Dzeko?
“Dzeko si sta allenando bene, così come Borja Mayoral. Vediamo domani”.

Pedro ed El Shaarawy?
“Pedro credo sia pronto. Domani è pronto per giocare. El Shaarawy no, è stato fermo tanto tempo. Ha due settimane di lavoro, ma non è pronto fisicamente per giocare. Lavoriamo per farlo tornare a breve, ma la sua condizione non è al meglio per giocare domani. Lui è un esterno, si è allenato questi giorni con la squadra e ha capito cosa vogliamo dalla sua posizione. È un giocatore intelligente che si adatterà al nostro modo di giocare”.

Scelte in funzione dell’Europa League?
“No, pensiamo solo alla gara contro l’Udinese, poi pensieremo al Braga”

Fascia capitano a Dzeko?
“Non voglio parlare più di questo argomento, la mia risposta sarà sempre la stessa”.

Ha la sensazione di essere più stimato lontano da Roma che nella capitale?
“Mi fanno piacere i complimenti degli altri allenatori, ma sento la stessa stima anche a Roma”.

Cristante usato in 3 ruoli diversi finora, domani potrebbe tornare in ballottaggio come difensore?
“Cristante non ha giocato come trequartista. Non giochiamo co trequartista. Cristante è un giocatore intelligente che può occupare molte posizioni nella squadra e questo è una cosa positiva. È un giocatore che capisce bene cosa fare in ogni posizione”.

Nel derby un gol in fuorigioco, a Torino un rigore e nessuno ha protestato. Pensa sia un segnale di scarsa cattiveria della sua squadra?
“L’aggressività di una squadra non si vede nelle proteste contro gli arbitri e loro non dovrebbero essere influenzati dalle proteste dei giocatori”.

Non è un limite il fatto che non riesce la squadra a giocare con due punte o passare alla difesa a 4?
“Sono io che lavoro con la squadra che la preparo, come la squadra debba giocare. Se penserò in qualche momento che la squadra dovrà giocare con due punti lo farò, ma non subirò la pressione di quello che si dice o si scrive su questo argomento”.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
P